Acqua, amica mia

Nel 2006, a fronte del numero allarmante di incidenti acquatici che si verificavano ogni anno, la SSS ha lanciato la campagna di prevenzione denominata «Acqua, amica mia», destinata ai bambini e ai loro familiari.

 

Adottando un comportamento idoneo, la maggior parte degli incidenti potrebbe essere evitata!

La maggior parte degli incidenti dentro e fuori dall’acqua in cui sono coinvolti dei bambini sarebbe dovuta alla scarsa vigilanza degli adulti incaricati della loro sorveglianza. Infatti, frequentemente i genitori sottovalutano i potenziali rischi legati all'acqua o, semplicemente, non ne sono consapevoli. Spesso si affidano anche all’utilizzo di mezzi ausiliari e giocattoli (braccioli, salvagente, ecc.), che trasmettono un falso senso di sicurezza.

  

Tenete sempre d’occhio i bambini in prossimità dell’acqua e siate sempre «a portata di mano».

In questo modo, sensibilizzando i genitori e insegnando ai bambini ad adottare il giusto comportamento dentro e vicino all’acqua, la maggior parte degli incidenti acquatici potrebbe essere evitata. Ecco perché, dal 2006, la SSS promuove la campagna di prevenzione «Acqua, amica mia».

 

Gli ambasciatori dell’acqua incontrano i bambini nelle scuole dell’infanzia

Nuotatrici e nuotatori di salvataggio appositamente formati – gli ambasciatori dell’acqua – si recano in veste di volontari nelle scuole dell’infanzia per una visita di circa 3 ore. 

  

In occasione di questa visita, i bambini scoprono i 10 messaggi dell’acqua e con Pico, la gocciolina d’acqua, apprendono in modo dinamico e ludico il comportamento giusto da adottare dentro e fuori dall'acqua. Al termine della visita, viene loro consegnata una documentazione affinché anche i loro familiari siano sensibilizzati circa i pericoli legati all’acqua e i messaggi della campagna di prevenzione possano diffondersi ulteriormente.

 
 

Contatto

Stéphanie Bürgi-Dollet

Responsabile Prevenzione

 

041 925 88 91

s.buergi-dolletanti spam bot@sssanti spam bot.ch