Più sicurezza con il giubbotto di salvataggio adatto

Conoscete questa situazione? State scegliendo un giubbotto di salvataggio. Ma qual è quello più adatto? Qui di seguito vogliamo fornirvi alcuni consigli utili per la scelta del giubbotto di salvataggio.

 

Tipi di giubbotto

Di principio si distingue tra i giubbotti di salvataggio in schiuma espansa e quelli gonfiabili. I giubbotti di salvataggio in schiuma espansa garantiscono un galleggiamento costante e forniscono una protezione termica. Grazie al loro spessore offrono un'ulteriore protezione (ad esempio in caso d'impatto). Può invece risultare svantaggiosa la limitata libertà di movimento.

 

I giubbotti di salvataggio gonfiabili semi-automatici o automatici sono molto compatti quando sgonfi e possono essere trasportati con facilità. Il giubbotto può essere gonfiato manualmente (giubbotto semi-automatico) o il meccanismo può azionarsi automaticamente al contatto con l'acqua (giubbotto automatico).

 

A seconda dell'attività attorno all'acqua, in acqua o sull'acqua risulta più adatto un tipo di giubbotto con i suoi vantaggi specifici piuttosto che un altro. Qui di seguito una panoramica.

 

1) Giubbotto di salvataggio autogonfiabile

Questo giubbotto è pensato per l'utilizzo sulle barche e non per nuotare.

In caso d'emergenza si può scegliere se azionarlo automaticamente o manualmente (cartuccia ad aria compressa). Offre sicurezza anche in stato di incoscienza perché grazie all'elevata spinta di galleggiamento sul lato anteriore del corpo la persona priva di sensi viene girata sulla sicura posizione dorsale. In questo modo le vie respiratorie rimangono libere. 

      

2) Giubbotto di salvataggio con collo

Questo giubbotto viene utilizzato sul lago (ad es. sulla barca a vela) e nelle acqua leggermente correnti, non è però adatto al nuoto. Offre sicurezza anche in caso di stato di incoscienza.

      

3) Giubbotto di salvataggio per il nuoto

Questo tipo di giubbotto con galleggianti su entrambi i lati offre un aiuto al galleggiamento mentre si nuota.

     

4) Giubbotto di salvataggio per le acque selvagge

Grazie a speciali dettagli tecnici questo giubbotto è pensato per l'utilizzo in acque selvagge e per gli interventi di salvataggio professionali.

 

Altri criteri

Affinché il giubbotto di salvataggio possa svolgere al meglio il suo compito, la galleggiabilità deve essere adeguata al peso corporeo della persona da sorreggere. Su ogni giubbotto è indicato il peso massimo.

 

Inoltre, colori segnaletici, nastri riflettenti, luci intermittenti e un fischietto aiutano a riconoscere più velocemente e a salvare la persona in difficoltà in acqua.

 
 

Salvate vite ora!

La vostra donazione permette di diffondere le Regole per il bagnante della SSS e di aumentare la sicurezza in acqua in Svizzera.

Donate subito!
 

 

SSS e Visana

Insieme per le Regole per il bagnante