Regola per i fiumi SSS 6

Un eccessivo raffreddamento può provocare crampi. Più l'acqua è fredda e meno si dovrebbe rimanervi.

 

La tolleranza al freddo del nostro corpo è molto ridotta, tanto che il meccanismo di regolazione funziona solo fino a quando la temperatura corporea interna scende a ca. 35 °C. Se il corpo si raffredda ulteriormente si parla di ipotermia. L’ipotermia porta a cali funzionali, crampi muscolari e disturbi circolatori. In questo modo il rischio di annegamento aumenta in modo massiccio.

 

Le tecniche per sciogliere i crampi muscolari vengono insegnate nel modulo Laghi della SSS:

 

 

 

Crampi alla coscia

 

Crampi al polpaccio

 

Crampi alle dita

 

In media, le acque libere svizzere per 7 mesi l’anno registrano una temperatura inferiore a 14 °C. Durante 5 di questi 7 mesi, l’acqua è addirittura più fredda di 8 °C. Dato che la reazione del corpo all’acqua fredda varia sensibilmente da persona a persona, la SSS non stabilisce regole ufficiali per la durata massima di permanenza nell’acqua fredda.

 

Nel modulo di ipotermia della SSS si trasmettono nella pratica ai salvatori interessati gli effetti dell’acqua fredda sul corpo umano.