Nel 2013 si sono registrati 52 annegamenti in Svizzera

La Società Svizzera di Salvataggio (SSS) riferisce che nel 2013 le persone morte per annegamento in Svizzera sono state 52 in totale, di cui 39 uomini, 7 donne e 6 bambini.


La Società Svizzera di Salvataggio (SSS) riferisce che nel 2013 le persone morte per annegamento in Svizzera sono state 52 in totale, di cui 39 uomini, 7 donne e 6 bambini. Si tratta di 8 decessi in più rispetto all'anno precedente, con un totale che si colloca al di sopra della media degli ultimi anni. Sebbene l'estate 2013 si sia fatta attendere,  alla fine giornate di calura intensa e un autunno lungo e soleggiato hanno attirato molte persone verso le acque di balneazione di laghi e fiumi. Nel ricordare che nonostante la sua bellezza l'acqua può essere molto pericolosa, la SSS rinnova continuamente il suo impegno nella prevenzione di casi di annegamento.

 

Nel 2013 le persone annegate in Svizzera sono state 52 in totale, ovvero 8 in più rispetto all'anno precedente, con un numero nettamente superiore alla media di 46 casi registratasi negli ultimi 10 anni. 24 persone sono morte nei fiumi, 20 nei laghi, 4 in immersione e 4 in piscine coperte.

 

La maggior parte dei casi di affogamento si è registrata nel Canton Lucerna (7), a cui fanno seguito i Cantoni di Berna e Vaud (6 ognuno), Ginevra (5), e Zurigo (4). Tre persone sono annegate nel Cantone del Vallese. Due decessi sono avvenuti in ognuno dei Cantoni di Argovia, Friburgo, Grigioni, Neuchâtel, Turgovia, Ticino e Uri, mentre Basilea-città, Glarona, Nidvaldo, San Gallo, Soletta, Svitto e Zugo hanno contato un decesso ognuno. Nessun caso è stato segnalato alla SSS dai restanti cantoni.

 

La SSS è costantemente attiva nel prevenire casi di annegamento e nella conseguente formazione di persone addette al salvataggio in acqua (bagnini). Due esempi di attività di prevenzione svolta nel 2013 sono la campagna «Aare you safe» e la traduzione in inglese del filmato «Annegamento silenzioso». Inoltre, nel mese di ottobre la Società Svizzera di Salvataggio ha premiato due persone per aver salvato delle vite umane dall'Aare e dal Limmat.

 

«Aare you safe?»
Ogni estate il fiume Aare si trasforma in un'enorme piscina all'aperto: migliaia di Bernesi, di forestieri e turisti si godono le sue fresche acque lasciandosi trasportare a valle dalla corrente. Ma purtroppo continuano a verificarsi situazioni scabrose e casi di annegamento. Nell'estate 2013 la Città di Berna, in unione con la SSS e Berna Turismo, ha quindi lanciato la campagna «Aare you safe?»  per sensibilizzare in modo originale il grande pubblico alla pericolosità dell'Aare.

 

«Drowning is quick and silent»
I più piccoli annegano in silenzio: non venendo presi dal panico quando cadono in acqua, nemmeno attirano l'attenzione su di sè. Essendo questo un aspetto ignoto a molti genitori e badanti, è dal 2012 che la SSS vi richiama l'attenzione generale con il breve e commovente filmato «Annegamento silenzioso», una clip che su Youtube e sul progetto di sito web www.acqua-amica-mia.ch ha già ricevuto oltre 100’000 clic. Finora disponibile nelle lingue tedesca, francese e italiana, da agosto 2013 è visibile anche nella versione inglese «Drowning is quick and silent».